Mantenere un buon livello di vitalità rappresenta una grande opportunità di prevenzione  da affiancare e integrare con tutti gli altri protocolli esistenti. Un adeguato livello di vitalità consente infatti di vivere appieno la nostra vita in tutti i suoi aspetti: materiale, emotivo e sociale.

Con il termine vitalità si intende l’insieme delle risorse che il nostro organismo immagazzina, modula e gestisce per mantenere lo stato di benessere. Queste risorse non sono infinite e devono essere continuamente ripristinate attraverso un’alimentazione corretta, un’attività fisica coerente con il tipo di costituzione e un recupero di buona qualità. In questo contesto le emozioni e i pensieri rivestono un ruolo fondamentale in quanto influenzano tutte le nostre attività.

Quando le emozioni non vengono espresse, quando i pensieri si accumulano in modo disordinato nella mente, il nostro organismo si struttura e si protegge limitando l’utilizzo delle risorse immagazzinate e abbassando in questo modo il livello di vitalità.

beautiful-71493_1280Conoscere il proprio livello di vitalità è importante sia a livello fisico che energetico, soprattutto per potere modificare quegli stili di vita che contribuiscono all’insorgere dei malesseri. Attraverso un’attenta analisi della vitalità è possibile identificare abitudini, atteggiamenti e automatismi scorretti e attuare tutte le misure a disposizione per vivere la vita nel miglior modo possibile.

Attraverso un approfondito colloquio medico vengono valutati scrupolosamente, oltre ai parametri vitali, tutti gli aspetti singolari legati alla persona: abitudine fisiche e alimentari, igiene del sonno, stress emotivo, stato della fascia muscolare, funzionalità degli organi emuntori, attitudini e atteggiamenti.

Al termine del colloquio infine vengono fornite tutte le indicazioni personalizzate e gli strumenti migliori per poter effettuare un cambio di rotta e iniziare così un percorso costruttivo verso il benessere, la salute e la felicità.